Asta benefica di Christie’s a Palatium Vetus: raccolti più di 31 mila euro per AIL Alessandria-Asti ODV

Condividi con

Ha superato i 31mila euro il ricavato dell’asta benefica organizzata per permettere all’Associazione Italiana Leucemia di Alessandria-Asti ODV di acquistare un’automobile elettrica per il trasporto dei pazienti ematologici in condizioni di disagio economico e sociale che devono eseguire terapie in reparto o in regime di day hospital.

L’asta si è svolta a Palatium Vetus, messo gentilmente a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, e ha visto imprenditori, banchieri e professionisti misurarsi in una gara di solidarietà per l’acquisto di una selezione di opere d’arte, porcellane e oggetti offerti in beneficenza dagli eredi di Malvina Ferioli (Mavy).

A battere l’asta è stata Christie’s, una delle più prestigiose case internazionali, leader mondiale nei settori dell’arte e del lusso, presente in 46 Paesi e per la prima volta ad Alessandria: ha offerto i suoi servizi a titolo assolutamente gratuito rinunciando anche alle commissioni d’aste sulle vendite. Il catalogo è stato realizzato gratuitamente da Umberto Allemandi Editore, tra le principali e più stimate case editrici di libri d’arte e architettura al mondo, nonché società editrice che pubblica dalla sua fondazione il mensile “Il Giornale dell’Arte”.

L’iniziativa è nata dall’incontro tra l’esigenza di AIL Alessandria-Asti ODV di offrire un servizio ai pazienti ematologici e, al contempo, tutelare l’ambiente e il desiderio di Massimo e Sean Cappone, rispettivamente figlio e nipote di Mavy, di ricordare con un atto di generosità sociale la figura della loro congiunta. Mavy era, infatti, titolare di un atelier nel cuore di Torino dove accoglieva, oltre a clienti della jet society, anche artisti professionisti o dilettanti che in segno di amicizia le donavano le loro opere d’arte. Dalle parole di Massimo e Sean Cappone, la gioia per aver saputo conservare e rinnovare la memoria della loro cara congiunta che considerava la solidarietà uno dei più alti valori morali.

“Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto – commenta il presidente di Ail Alessandria/Asti Odv, Giovanni Zingarini – e commossi per la generosità degli ospiti che hanno partecipato a questa serata aggiudicandosi le opere della “Collezione Mavy”. La storica sede di Palatium Vetus ha fatto da cornice all’evento e la disponibilità della casa d’aste Christie’s e della Umberto Allemandi Editore hanno completato il cerchio. L’obiettivo che ci eravamo prefissati era molto ambizioso benchè la nostra associazione operi ad Alessandria dal 1997 sostenendo l’Ematologia dell’Ospedale di Alessandria con l’acquisto di macchinari e attrezzature, borse di studio destinate a data manager e biologi, contributi per adeguare il reparto e ottenere il riconoscimento di Clinica Universitaria del Piemonte Orientale. Un grazie sincero a tutti coloro che, questa sera, hanno collaborato alla buona riuscita del progetto e un particolare ringraziamento, per il suo impegno, alla nostra consigliera Alla Kouchnerova.

“Supporto prezioso”

E’ stato il Professor Marco Ladetto, Professore dell’Università del Piemonte Orientale e dirigente della Struttura Complessa a Direzione Universitaria di Ematologia dell’Ospedale Civile di Alessandria, a illustrare ai presenti “l’importanza del reparto come Centro Hub per le più avanzate terapie oncoematologiche, incluso il trapianto di cellule staminali allogeniche e le terapie con cellule Car-T. Il nostro reparto prende in carico pazienti provenienti da tutto il Piemonte e anche da fuori regione, mentre i nostri medici operano, in regime di convenzione, anche presso l’ospedale di Asti. Il supporto di AIL è fondamentale sia a favore dei pazienti – che vengono ospitati anche nelle case Ail – sia del personale dell’Ematologia, in quanto garantisce supporto costante alla ricerca e all’attività assistenziale e di sostegno ai pazienti affetti da leucemie, linfomi e mieloma multiplo e alle loro famiglie. Ringrazio, anche da parte mia, quanti hanno generosamente collaborato a portare a termine questo importante progetto”.

“La Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria – aggiunge il presidente Luciano Mariano – ha aperto, molto volentieri, le porte a questo evento di beneficenza che ha permesso di conciliare la solidarietà nei confronti di pazienti che versano in difficoltà economiche e le opere d’arte della “Collezione Mavy” generosamente offerte per una nobile causa. Siamo lieti che Palatium Vetus sia diventato un punto di riferimento sociale, culturale ed economico per il nostro territorio e per la comunità che vi risiede”.

La serata è stata condotta da Enzo De Cicco, medico radiologo, neo presidente della Società Storica del Novese che ha ceduto il microfono a Cristiano De Lorenzo, director managing di Christie’s che, con estrema professionalità, ha battuto all’asta 23 oggetti della “Collezione Mavy” accuratamente selezionati per l’occasione. Erano presenti anche Umberto Allemandi e l’amministratore delegato della casa editrice Luigi Cerutti.

La cena che ha preceduto l’asta è stata curata dall’impeccabile chef Anna Ghisolfi e i vini sono stati gentilmente offerti dalle cantine tortonesi: Cantine Volpi, Claudio Mariotto, Vigneti Walter Massa, Vigneti Repetto.
Hanno collaborato all’iniziativa Coldiretti Alessandria, Elah Dufour, Paglieri, Riso dei Marchisei e Pico Maccario